Ultima modifica: 17 Marzo 2020
Home > Circolari > Disposizioni definitive in merito alla didattica a distanza

Disposizioni definitive in merito alla didattica a distanza

Per docenti, alunni e genitori.

A tutti i Docenti
A tutti i Genitori
A tutti gli Alunni

 

Oggetto: Disposizioni definitive in merito alla didattica a distanza.

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

CONSIDERATO        il protrarsi della sospensione delle lezioni in presenza, dovuto alle misure finalizzate a contenere la diffusione del CoVid-19;

VISTA                     la direttiva n. 1 del 25/02/2020 del Ministro per la Pubblica Amministrazione “Emergenza epidemiologica COVID-2019”;

VISTA                     la direttiva n. 2 del 12/03/2020 del Ministro per la Pubblica Amministrazione “Indicazioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 nelle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165”;

VISTI                      i Decreti del Presidente del Consiglio del 25/02/2020, del 01/03/2020, del 04/03/2020, del 08/03/2020 e del 11/03/2020 relativi alle misure per il contrasto e il contenimento del diffondersi del virus COVID-19;

VISTA                     la nota n. 278 del 06/03/2020 del Ministero dell’Istruzione “Particolari disposizioni applicative della direttiva del Ministro per la Pubblica Amministrazione del 25 febbraio 2020, n. 1 (Direttiva 1/2020), “Prime indicazioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 nelle pubbliche amministrazioni al di fuori delle aree di cui all’articolo 1 del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6” “;

VISTA                     la nota n. 279 del 08/03/2020 del Ministero dell’Istruzione “Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 marzo 2020. Istruzioni operative“;

VISTO                     l’art. 28 del CCNL del 19/04/2018 che riconferma quanto previsto dagli artt. 28 (attività di insegnamento) e 29 (attività funzionali all’insegnamento) del CCNL del 29/11/2007;

VISTO                     il PTOF 2019/2022;

VISTE                     le proprie circolari n. 159 del 26/02/2020, n. 160 del 02/03/2020, n. 162 del 05/03/2020, n. 163 del 05/03/2020, n. 164 del 09/03/2020 e n. 165 del 11/03/3030 relative alla didattica a distanza;

 

DISPONE

 

quanto segue in merito all’organizzazione della didattica a distanza.

 

PREMESSA

La didattica a distanza rappresenta l’unico strumento che la Scuola ha al momento a disposizione per assicurare la continuità educativa.

Fermo restando lo sforzo che i docenti stanno facendo e tenuto conto che tale modalità di didattica non può sostituire quella in presenza, la didattica a distanza è anche un’opportunità di sviluppo della pratica educativa: per i docenti rappresenta un’occasione per implementare la propria capacità professionale e stimolare la partecipazione e l’apprendimento attivo dei discenti; per gli alunni può essere un momento coinvolgente e contribuire allo sviluppo delle loro competenze digitali e trasversali; per le famiglie è una possibilità di partecipare attivamente alla formazione dei propri figli, supportandoli in questo momento di emergenza e collaborando con i docenti.

Il presente documento ha lo scopo di dare un quadro generale delle disposizioni per l’ordinata attuazione della didattica a distanza.

 

A) DISPOSIZIONI PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA

Anche se i bambini e le bambine della Scuola dell’Infanzia non sono in obbligo scolastico, d’altro canto questi, più di altri, patiscono abitudini di vita stravolte e l’assenza della dimensione comunitaria e relazionale del gruppo classe. Quindi, come indicato dalla nota n. 279 del 08/03/2020 del Ministero dell’Istruzione, sono da raccomandare vivamente anche le più semplici forme di contatto. Pertanto, si chiede alle docenti di tenere costanti rapporti con i bambini, per il tramite dei genitori, utilizzando uno o più dei seguenti strumenti:

  • erogazione di video presenti in rete e condivisione del relativo link;
  • realizzazione di video da condividere con i bambini;
  • uso di piattaforme quali WhatsApp, Skype, Facebook;
  • richiesta di realizzazione di disegni, lavoretti o altro.

È opportuno, per documentare il lavoro svolto, registrare, almeno una volta a settimana, nel registro elettronico, le attività svolte.

Le attività devono coinvolgere tutti i bambini con particolare riguardo per gli alunni con Bisogni educativi speciali.

 

B) DISPOSIZIONI PER GLI ALUNNI E LE ALUNNE DELLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO

Tutti gli alunni e tutte le alunne delle Scuole Primarie e Scuole Secondarie sono tenuti a partecipare alle attività didattica a distanza, predisposte dai docenti, dimostrando:

  • partecipazione regolare al lavoro della classe;
  • rispetto delle regole e delle consegne;
  • impegno e continuità nello studio.

Gli alunni e le alunne dedicheranno alle attività a distanza un tempo congruo con le ore di frequenza settimanali previsto dal normale orario delle lezioni.

La partecipazione all’attività didattica a distanza costituirà regolare frequenza per tutti gli alunni che vi si applicheranno con precisione e impegno.

Ogni alunno in autonomia o con l’aiuto della famiglia si doterà dello strumento informatico necessario per attendere alla didattica a distanza; esempi di tali strumenti sono:

  • Pc/notebook/Mac;
  • iPad/tablet;
  • smartphone.

In caso di mancanza di dispositivi, i genitori possono contattare la Scuola che potrà attivarsi per recuperarli.

In merito alla connettività, le principali aziende di telefonia hanno aderito all’iniziativa “Solidarietà digitale” offrendo giga illimitati. Per informazioni accedere al seguente sito:

https://solidarietadigitale.agid.gov.it/#/

 

C) DISPOSIZIONI PER I DOCENTI E LE DOCENTI

Nel periodo di sospensione dell’attività didattica ordinaria, tutti i docenti e le docenti, devono comunque assicurare:

  • l’erogazione di attività di insegnamento, in modalità a distanza per tutte le classi e tutti gli alunni e le alunne;
  • le relative attività funzionali all’insegnamento di preparazione delle lezioni e delle esercitazioni ed alla correzione degli elaborati.

I docenti dedicheranno all’attività di insegnamento a distanza un numero di ore lavorative settimanali congruo con il normale orario di servizio delle lezioni, a cui si aggiungeranno le ore necessarie per le attività funzionali.

L’attività di didattica a distanza può essere svolta, a discrezione di ciascun docente:

  • in modalità asincrona con trasmissione dei materiali, delle indicazioni di studio, delle esercitazioni da parte dell’insegnante in un dato momento e fruizione da parte degli studenti in un tempo a loro scelta, ma in un arco temporale indicato dall’insegnante;
  • in modalità sincrona che prevede una interazione immediata tra l’insegnante e gli alunni di una classe, previo accordo sulla data e sull’ora del collegamento.

Possono essere svolte:

  • attività di ripasso oppure di approfondimento di argomenti già svolti nel corso delle lezioni fino a venerdì 21 febbraio 2020;
  • lo studio di argomenti nuovi.

In quest’ultimo caso, è necessaria la puntuale spiegazione degli argomenti, eventualmente con video-lezioni.

Nel rispetto della libertà d’insegnamento e, tenuto conto della diversa preparazione dei docenti in merito all’utilizzo delle tecnologie, ai fini della didattica a distanza si possono utilizzare uno o più dei seguenti strumenti:

  • comunicazioni e assegnazione compiti tramite registro elettronico;
  • piattaforma Collabora (integrata nel registro elettronico);
  • piattaforma Impari (accessibile dal registro elettronico);
  • piattaforma Weschool;
  • piattaforma Edmodo;
  • piattaforme collegate con i libri di testo;
  • erogazione di video/webinar presenti in rete e condivisione agli alunni del relativo link;
  • altri piattaforme.

Si ricorda, poi, che il Ministero dell’Istruzione ha dedicato alla didattica a distanza una pagina speciale al seguente indirizzo:

https://www.istruzione.it/coronavirus/didattica-a-distanza.html

Come già detto nelle precedenti circolari, è opportuno che per ciascuna classe siano chiari gli strumenti adottati e comunicati correttamente a tutti gli alunni e ai genitori.

È obbligatorio che sia comunicato agli alunni l’organizzazione temporale delle attività. Inoltre, come indicato dalla nota n. 279 del 08/03/2020 del Ministero dell’Istruzione, si consiglia di evitare, soprattutto nella scuola primaria, la mera trasmissione di compiti ed esercitazioni, quando non accompagnata da una qualche forma di azione didattica o anche semplicemente di contatto a distanza. Va, peraltro, esercitata una necessaria attività di programmazione, al fine di evitare sovrapposizioni nell’erogazione a distanza, laddove si opera con le “classi virtuali”.

In merito a quest’ultimo punto, si ribadisce, in particolare per i docenti delle Scuole Secondarie, la puntuale programmazione delle attività per evitare contemporaneità; a tal scopo è fondamentale il lavoro di coordinazione dei coordinatori di classe.

Per monitorare le attività e, soprattutto per registrare la costante prosecuzione dei programmi, si raccomanda di firmare il giorno e l’ora di lezione e compilare il registro elettronico nella parte relativa agli argomenti.

Si raccomanda, poi, di aver particolare riguardo per gli alunni con disabilità: i docenti di sostegno, in accordo con i docenti curricolari, predisporranno per loro, se necessario, specifiche attività. Ai fini dell’inclusione, è anche importante per questi alunni il rapporto costante non solo con i docenti ma anche con i compagni. Pertanto, se possibile, è bene predisporre attività che consentano in qualche maniera di far incontrare virtualmente tutti gli alunni della classe.

Per gli allievi con DSA, è necessario predisporre le attività tenendo conto degli strumenti compensativi e/o dispensativi previsti nel PDP.

In merito alla valutazione delle attività si rappresenta quanto segue:

  • la partecipazione alle attività didattiche a distanza con rispetto delle regole e delle consegne, l’impegno e la continuità nello studio possono essere utilizzati per la valutazione del comportamento;
  • le verifiche fatte a distanza non possono sostituire quelle fatte in presenza ma possono comunque dare un indicazione sull’apprendimento in itinere.

Pertanto, i docenti possono valutare le attività svolte a distanza e registrare i voti sul registro ma questi non potranno avere lo stesso peso di quelli derivanti da verifiche scritte, orali o grafiche fatte in presenza. Spetterà al Collegio dei Docenti, quando sarà possibile riunirlo, stabilire il peso di tali valutazioni e programmare il sistema di verifiche in presenza finalizzato alla valutazione degli apprendimenti del secondo quadrimestre da riportare sulle schede di valutazione.

 

D) COLLABORAZIONE DEI GENITORI

In questa situazione di emergenza, chiedo a tutti i genitori di continuare a collaborare con i docenti. Sicuramente non eravamo sufficientemente preparati a questo tipo di didattica ma stiamo facendo tutto il possibile per assicurare una continuità che consenta di imparare cose in più oltre a non perdere il lavoro fin qui fatto in presenza.

 Le presenti disposizioni valgono per tutto il periodo in cui rimarrà vigente la sospensione delle attività in presenza.

Nella speranza che “andrà tutto bene” e che lo sforzo sia proficuo, il sottoscritto rimane a disposizione di tutti.

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Stefano EMPILLI
(documento agli atti firmato digitalmente)

c167_didattica_a_distanza_disposizioni.pdf.pades
Titolo: c167_didattica_a_distanza_disposizioni.pdf.pades (0 click)
Etichetta:
Filename: c167_didattica_a_distanza_disposizioni-pdf-pades.pdf
Dimensione: 272 KB




I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Nel rispetto del provvedimento emanato in data 8 Maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per migliorare la vostra navigazione e per effettuare analisi statistiche anonime, questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, ma consente l’invio di cookie di terze parti. Accettando quanto indicato nella barra in basso, si presta il consenso all’uso dei cookie. Potete disattivare i cookie dal vostro browser. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione: Informativa estesa sui cookies

Chiudi